Queen, guadagni impressionanti grazie al film “Bohemian Rhapsody”

Il conto in banca dei membri sopravvissuti è cresciuto a dismisura dal 2018

Nella maggior parte dei casi avere un grande successo grazie alla musica comporta un certo tipo di soddisfazione anche a livello pecuniario. Non è un segreto in effetti che moltissimi dei membri delle band più famose di sempre siano divenuti dei veri e propri milionari grazie al successo della loro arte. Nel novero sopracitato è impossibile ad esempio evitare di inserire i Queen. Oggi i membri originari sono rimasti in tre: Brian May, Roger Taylor e John Deacon. Nonostante la sua scomparsa, il leader e frontman del gruppo Freddie Mercury continua a rappresentare una vera e propria icona per tutti gli appassionati di musica. Ultimamente anche i più giovani si sono avvicinati ai brani che il gruppo londinese ha scritto ed interpretato nell’arco della sua carriera. Ciò è avvenuto prettamente grazie alla pellicola che ha recentemente ripercorso le tappe salienti della loro storia condivisa.

Bohemian Rhapsody (2018) ha in effetti dato nuova linfa sotto diversi aspetti ai Queen. Anzitutto il già citato parco di ascoltatori. Questo ha fatto riscontrare un discreto ampliamento successivamente all’uscita del film diretto da Bryan Singer. In seconda battuta, la Queen Productions, ovvero l’azienda che si occupa di gestire gli introiti della band, ha visto il suo conto in banca crescere a dismisura.

Il conto dei Queen continua a crescere

Secondo quanto riportato da Companies House infatti, la band avrebbe guadagnato una somma stratosferica dai diritti concessi per raccontare la loro storia in un lungometraggio. Dei 900 milioni di dollari che Bohemian Rhapsody ha incassato grazie alle proiezioni organizzate nei cinema di tutto il mondo, circa 23 sono finiti nelle tasche dei membri della band. Una cifra considerevole riflettendo sul fatto che questi ultimi hanno semplicemente firmato delle carte per concedere la possibilità alla produzione di raccontare la loro storia al fianco di Freddie Mercury. Si tratta dunque dell’ennesima soddisfazione della carriera dei Queen: questa volta sotto un profilo leggermente più materialista del solito.

 

LEGGI ANCHE: Lady Diana ed Elton John: storia di un’amicizia sincera

 

Exit mobile version