CuriositàPrimo Piano

Maneskin, cifre in streaming da capogiro: hanno superato i Muse

La rock band italiana è apprezzata in tutto il mondo dopo il successo all'Eurovision 2021

L’onda del successo per i Maneskin non ha la minima intenzione di arrestarsi. In effetti la rock band romana sta imparando proprio negli ultimi giorni il reale significato di questo termine. Non che fino a qualche mese fa i quattro ragazzi fossero sconosciuti ai più. Fin dalla loro partecipazione ad X Factor 2017 infatti la loro fama è aumentata costantemente. Complice la vittoria risalente a circa tre mesi fa al Festival di Sanremo, questi giovanissimi musicisti hanno avuto l’opportunità di vedere ampliato il parco dei loro ascoltatori, fino a giungere a delle vette impensabili.

Grazie al trionfo in terra nostrana infatti i Maneskin hanno rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest che si è svolto negli scorsi giorni a Rotterdam, nei Paesi Bassi. La loro Zitti e buoni è stata decretata ufficialmente la miglior canzone dell’anno nel continente europeo. Ciò ha fruttato loro un aumento esponenziale dei numeri relativi allo streaming: nell’ultimo mese la rock band romana ha collezionato la bellezza di 10.508.886 ascoltatori singoli su Spotify. Giusto per rendere l’idea, dei “mostri sacri” del genere come i Muse, ne hanno contati 10.477.267.

Maneskin: un fenomeno mondiale

In effetti è di pochi minuti fa la notizia, data dallo stesso frontman Damiano, che la band si trova alla posizione numero 464 a livello globale rispetto al numero di ascoltatori totali su Spotify. I Maneskin ora hanno nel mirino (si fa per dire) un’altra band che ha scritto la storia del rock, ossia i Pearl Jam. Il gruppo americano capitanato da Eddie Vedder ha infatti collezionato 10.830.534 ascoltatori mensili, circa trecentomila in più della band tricolore.

Non è tutto: i Maneskin piacciono anche ad una pop star del calibro di Miley Cyrus. La giovane cantante, autrice di pezzi come Wrecking Ball Prisioner ha infatti da poche ore regalato il suo follow su Instagram ai vincitori dell’Eurovision 2021. Chissà che in un prossimo futuro non si possa organizzare una collaborazione d’eccezione!

 

LEGGI ANCHE: X Factor, la svolta è epocale: niente più categorie, sarà un talent più inclusivo [VIDEO]

Back to top button
Privacy