Brit Awards, Dua Lipa canterà a Londra davanti a 4000 persone

Niente mascherina né distanziamento: momento storico per il mondo dello spettacolo

Come diciamo da ormai diversi giorni, il mondo dello spettacolo sta organizzando la sua ripartenza ufficiale. Ciò non sta avvenendo esclusivamente nel nostro Paese, ma in lungo e in largo in tutto il Pianeta. Dal Regno Unito ad esempio da poche ore è arrivata l’ufficialità di una “prima volta” che sa di storico. Alla cerimonia dei Brit Awards che si svolgerà il prossimo 11 maggio alla O2 Arena di Londra saranno ammessi 4000 spettatori. Si tratta di un record assoluto per il Paese da quando la pandemia ha cominciato a mietere le sue prime vittime.

La versione britannica dei Grammy permetterà dunque al pubblico di tornare ad assistere ad un’esibizione musicale dal vivo. Ciò peraltro avverrà in una modalità che, al solo pensiero, potrebbe spaventarci. Non sarà infatti obbligatorio né l’utilizzo della mascherina, né tantomeno il distanziamento fisico. Ciò per un motivo ben specifico: tutti coloro che avranno l’occasione di entrare alla O2 Arena, potranno farlo previa risultato negativo di un tampone. Ecco dunque che i Brit Awards sembreranno, almeno in parte, uno show del passato. O forse del futuro. Insomma, radicalmente diverso da quelli che hanno contraddistinto il nostro presente.

Uno sprazzo di normalità

Tra le artiste più nominate a questa edizione dei Brit Awards c’è Dua Lipa. La cantante di origine kosovara regalerà inoltre al pubblico una performance memorabile sul palco della O2 Arena. Rispetto alla news che vi abbiamo anticipato, la giovane pop star ha detto: “Questo è stato un anno lungo e difficile per tutti e sono lieta che la serata onorerà gli eroici lavoratori in prima linea che si sono presi cura di noi durante questo periodo”.

In effetti i 4000 presenti per la cerimonia di consegna dei Brit Awards non saranno definibili “pubblico pagante”. Duemilacinquecento tagliandi saranno infatti assicurati ai cosiddetti “frontline workers“, come medici ed infermieri. Il resto degli spettatori sarà invece invitato da manager ed etichette discografiche. Appuntamento dunque al prossimo 11 maggio, per uno sprazzo di “normalità”.

 

LEGGI ANCHE: Quanto guadagnano gli artisti per ogni stream? La risposta di Apple Music

Exit mobile version