PersonaggiPrimo Piano

Le donne della musica italiana unite contro la violenza: ecco la nuova data

L'evento intitolato "Una, nessuna, centomila" si terrà all'Arena Campovolo l'11 Giugno 2022

Chi è dotato di buona memoria, ricorderà che poco più di un anno fa, sul palco di Sanremo 2020, fu dato un annuncio sensazionale. Parliamo di quello riguardante l’organizzazione dell’evento “Una, nessuna, centomila“, con protagoniste sette delle donne più famose della musica italiana. Queste hanno unito le loro forze e la loro arte per una causa comune: combattere la violenza di genere. Nello specifico, sul palco dell’Ariston salirono quelle che avrebbero dovuto essere le protagoniste dell’evento stesso: Laura Pausini, Emma, Gianna Nannini, Elisa, Alessandra Amoroso, Giorgia e Fiorella Mannoia. La data prevista per questo concerto memorabile era quella del 19 settembre 2020, ma per evidenti motivi legati alla pandemia quest’ultimo non si è potuto svolgere.

Pochissime ore fa è arrivata la comunicazione ufficiale. L’evento si svolgerà nella location prevista, ovvero l’Arena Campovolo di Reggio Emilia, ma è riprogrammato all’11 giugno 2022. Le sette donne che rappresentano magistralmente la musica italiana appariranno per la prima volta in simultanea per una causa condivisa. Gli introiti dell’evento saranno infatti devoluti ai centri di accoglienza per le vittime di violenza.

Concerto posticipato, battaglia condivisa

Ognuna di queste donne con la D maiuscola sarà accompagnata da un artista uomo. Questo gesto proprio a rappresentare un fronte comune: solamente quando si è uniti, al di là del genere, è possibile sconfiggere un fenomeno aberrante come la violenza. Come recita il claim stesso, ideato per promuovere il concerto : “‘Una’, perché ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne. ‘Nessuna’, perché nessuna donna deve più essere una vittima. ‘Centomila’ il numero delle voci che si potranno unire alle sette artiste per sostenere una battaglia così importante”.

I biglietti venduti (già decine di migliaia) per la data prevista nel 2020 saranno ovviamente validi per il nuovo appuntamento fissato per l’11 giugno 2022. La speranza è che, grazie ad un evento del genere, la sensibilizzazione verso una tematica così importante possa essere ancora più al centro dell’attenzione. Donne, uomini, omosessuali, transessuali: non c’è alcuna differenza, e le punte di diamante della nostra musica hanno deciso di metterci la faccia. Chapeau.

 

LEGGI ANCHE: Skin vuota il sacco: “Il nome ‘Skunk Anansie’ è stato scelto per onorare le mie origini”

 

Back to top button
Privacy