In uscitaPrimo Piano

Lo Stato Sociale, fuori il nuovo EP “Lodo”: “Il mio spirito è punkettone”

Quando c’è da parlare de Lo Stato Sociale la banalità non è certamente di casa. Il gruppo originario di Bologna infatti spesso è protagonista di progetti particolari e mai scontati. Da qualche ora la band ha pubblicato il suo quarto EP nel giro di pochissime settimane. Questo si intitola “Lodo“, esattamente come il membro più celebre del gruppo. Il progetto, come detto, ha preso il via dal 28 gennaio: questo prevede l’uscita di 5 dischi nell’arco di 5 settimane. Ognuno di questi prende il nome di uno dei membri della band, il quale è anche produttore e, nella maggior parte dei casi, autore ed interprete principale. Si tratta di una vera e propria sfida discografica per Lo Stato Sociale.

Da poche ore possiamo ascoltare le tracce curate da Lodo Guenzi, che ha dichiarato: Il disco ha più a che fare con lo spirito punkettone con le borchie del me stesso 15enne, mentre Una Vita in Vacanza tende più a tenere sulle ginocchia il me stesso 7enne”. Alle cinque tracce presenti nell’EP hanno partecipato diversi artisti nonché amici della band come Galeffi, Margherita Vicario e Cmqmartina.

Originalità e tanta voglia di fare musica

Il gruppo peraltro tra pochi giorni parteciperà alla 71esima edizione del Festival di Sanremo, esibendosi per la seconda volta sul palco dell’Ariston. L’esordio, datato 2018, fu molto fortunato. Lo Stato Sociale infatti si classificò al secondo posto con Una Vita in Vacanza, concedendo la vittoria al duo composto da Fabrizio Moro ed Ermal Meta.

Come detto, la parola banalità non fa rima con le idee portate avanti da Lo Stato Sociale. In occasione della serata delle cover dell’edizione 2021 di Sanremo infatti il gruppo verrà affiancato da una delegazione di lavoratori dello spettacolo guidata da Sergio Rubini. Tale gesto è più che simbolico in un momento in cui il settore sta vivendo una crisi senza precedenti a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

 

LEGGI ANCHE: Ultimo Concerto, artisti in streaming per la crisi dei locali: dai Subsonica a Lo Stato Sociale

Back to top button