Siae, 2020 anno nero per i concerti live: i numeri

Se in piena pandemia molti settori della nostra società hanno saputo reinventarsi, il mondo dell’arte, della musica e dello spettacolo è in piena crisi. Questa continua a protrarsi, ma a distanza di un paio di mesi, oggi, abbiamo disponibili dei dati che fanno rabbrividire. Nelle scorse ore infatti è stato pubblicato il consuntivo annuale dalla SIAE. Tale report quantifica numericamente le difficoltà che questa branca dell’economia nostrana ha dovuto affrontare durante il 2020. Analizzando il macro-dato, possiamo osservare come gli eventi abbiano subito una contrazione del 69,29%. Gli introiti relativi ad essi sono calati dell’82,24%, per un totale di 4,1 miliardi di euro di perdita.

Il direttore generale SIAE Gaetano Blandini non si nasconde: “In un periodo in cui stiamo combattendo una battaglia durissima contro un nemico invisibile i nostri dati somigliano ad un vero e proprio bollettino di guerra”. In effetti, anche analizzando i dati relativi alla partecipazione del pubblico ai pochi eventi che si sono svolti lo scorso anno, la situazione è imbarazzante. Il calo di questo parametro è quantificato in un -72,9% delle presenze rispetto al 2019.

Un 2020 da dimenticare

Il presidente SIAE Giulio Rapetti, celebre come Mogol, ha espresso il suo forte rammarico rispetto all’accaduto. Ha infatti dichiarato: “La crisi epocale determinata dall’emergenza sanitaria e dalle conseguenti misure per contrastarla sta facendo pagare un prezzo altissimo al settore dello spettacolo. Di questo fanno parte quei creatori di felicità per la nostra collettività che sono i compositori e gli artisti della musica, del cinema, del teatro e della letteratura nonché i lavoratori che ne supportano l’attività”.

Relativamente al mondo dei concerti dal vivo, i numeri non possono che essere ancora più drammatici. Se infatti le sale dei Cinema hanno avuto l’opportunità di aprire per un breve periodo, l’assembramento sotto ad un palco è diventato vero e proprio spauracchio. Il dato relativo al mondo della musica live infatti è ancora peggiore: -83,19% rispetto agli ingressi ed un conseguente calo dell’89,32% della spesa al botteghino.

 

LEGGI ANCHE: Ultimo Concerto, artisti in streaming per la crisi dei locali: dai Subsonica a Lo Stato Sociale

Exit mobile version