#socialnetworkPrimo Piano

Laura Pausini nella shortlist degli Oscar 2021: ” È un grande onore”

Solo pochi giorni fa vi abbiamo raccontato del 2021 che si appresta a vivere Laura Pausini. Dopo quasi trent’anni di onorata carriera musicale, quello appena iniziato rischia di essere l’anno che la cantante romagnola non dimenticherà mai. Nella notte infatti è arrivata la notizia che ci era capitato di predire: Io sì (Seen), pezzo scritto ed interpretato da Laura Pausini per la colonna sonora del film La Vita Davanti a Se (2020) è ufficialmente nella shortlist delle 15 canzoni candidate ad un premio Oscar. Queste, il 15 marzo, diventeranno solo 5: tutti ci auguriamo che anche in quel caso il nome dell’artista italiana possa ricevere una nomination ufficiale. Sul suo profilo Instagram, la stessa Pausini ha esultato: “Grazie all’Academy! È un onore fare parte della shortlist degli Oscar 2021 con Io Sì (Seen) come Miglior Canzone Originale. Grazie a Edoardo Ponti, Diane Warren, Niccolò Agliardi e alla meravigliosa Sophia Loren“.

Come detto, la notizia era nell’aria dal momento in cui la esponente della musica italiana di maggior successo all’estero aveva ricevuto la candidatura ai Golden Globes 2021. Nella maggior parte dei casi infatti le candidature di Hollywood Foreign Press Association e Academy si ricalcano a vicenda. Non è tutto: vi abbiamo anticipato infatti che, durante quest’anno, Amazon Prime Video pubblicherà un documentario ripercorrendo le tappe più significative della carriera di Laura Pausini.

Una statuetta per Laura Pausini?

La musica originale è sempre più importante all’interno delle pellicole cinematografiche. Lo testimonia il fatto che, ad accompagnare Laura Pausini nella shortlist degli Oscar 2021 siano presenti diversi nomi illustri della musica anglofona ed internazionale. Solo per citarne alcuni: Christina Aguilera, John Legend, Mary J. Blige e Charlie Puth.

La cantante romagnola non sembra però pensare ai contender, lasciandosi andare ad un urlo di gioia e a moltissimi ringraziamenti. D’altronde la sua reputazione internazionale è invidiabile, ed il fatto che il 25 aprile Laura Pausini possa sollevare la tanto ambita statuetta non è così lontano dall’essere realtà. Staremo a vedere. Per il momento siamo davvero orgogliosi di osservare come la musica italiana sia apprezzata anche all’estero grazie ad artisti del calibro di Laura Pausini.

LEGGI ANCHE: Laura Pausini orgoglio italiano: arriva il documentario sulla sua carriera su Amazon Prime Video

 

Back to top button