CuriositàPrimo Piano

Chi vincerà il Festival di Sanremo? Fedez e Francesca Michielin sono i favoriti dei bookmakers

Il tempo scorre veloce, e pian piano ci stiamo avvicinando alla data in cui si svolgerà il Festival di Sanremo. Ma chi lo vincerà? I bookmakers ne sono praticamente certi: Fedez e Francesca Michielin. Come sappiamo, ridurre il Festival esclusivamente a ciò che accade all’interno del teatro Ariston sarebbe oltremodo riduttivo. Il nostro paese si ferma ad osservare quello che è lo show più nazionalpopolare che la nostra televisione sappia regalarci.

A poco più di un mese dalla data di inizio, i dubbi sulle modalità di svolgimento del Festival sono ancora molti. È di pochi giorni fa ad esempio la notizia che il pubblico non potrà essere presente all’interno dell’Ariston. Rimane aperta invece l’ipotesi di far sedere sulle poltrone alcuni figuranti professionisti. In ogni caso la lista dei 26 artisti partecipanti la conosciamo già da tempo e, rispetto alle nostre sensazioni, possiamo fare delle previsioni.

Le previsioni per il Festival di Sanremo

Anche il mondo delle scommesse si attiva di fronte al Festival. Chi stila le quote, in moltissimi casi è in grado di prevedere l’andamento della competizione. In questo senso, come anticipato, i bookmakers non hanno alcun dubbio: i vincitori saranno Fedez e Francesca Michielin.

Non sappiamo su quali certezze si basino queste quote, ma il fatto di leggere questa coppia di nomi come la vincitrice “più probabile” è qualcosa che trova un riscontro unanime su tutte le piattaforme che offrono la possibilità di scommettere sul Festival.

Di seguito, ecco quelli che, secondo i vari bookmakers, saranno i 5 artisti che vedranno il loro nome più alti nella classifica finale del Festival. In testa, come detto, Fedez e Michielin, mentre al secondo posto ci saranno i Maneskin. Per terzo e quarto classificato il dubbio è tra Irama ed Annalisa, mentre al quinto posto troveremo probabilmente Gaia.

LEGGI ANCHE: Sanremo 2021, Amadeus chiede un fronte unito per realizzare il Festival: “O lo vogliamo tutti o rimandiamo al 2022”

Back to top button