#socialnetwork

Dolores O’Riordan, oggi terzo anniversario della scomparsa: l’omaggio social dei fan

Questa mattina ci siamo svegliati con i social network letteralmente invasi da foto e video di repertorio. Queste nella maggior parte dei casi ritraevano la band irlandese The Cranberries, capace di vendere oltre 40 milioni di dischi e di sfornare delle hit radiofoniche memorabili. Effettivamente, osservando il calendario ci siamo resi conto che sono già passati 3 anni dalla morte della frontgirl Dolores O’Riordan.

La sua voce memorabile che i più ricordano intonare la melodia di Zombie, oggi, non può che far tornare alla memoria con molta nostalgia gli anni ’90. Non occorreva però la scomparsa dell’artista per esaltarne le doti: parliamo di una vocalità perfettamente riconoscibile ed unica nel suo genere. Grazie al suo talento e alla fruibilità della musica scritta assieme alla sua band in effetti, Dolores ha acquisito un posto speciale nel cuore degli appassionati di musica.

Beautiful girl, won’t you be my inspiration?

Il riscontro di questo amore rivolto verso la cantante irlandese è visibile a tutti. Vi basterà infatti osservare il vostro feed Instagram per notare come la sua persona, anche a distanza di tre anni dalla scomparsa sia molto amata.

La morte di Dolores O’Riordan, improvvisa continua a lasciare scioccati tutti i suoi fan e non solo. Effettivamente sui social i suoi stessi  “compagni di viaggio” , nonché membri dei Cranberries, hanno dichiarato: “È difficile credere che siano passati tre anni dalla morte di Dolores. È sempre nei nostri pensieri e nei nostri cuori. Tanti anni di bei ricordi. Ovunque tu sia D, speriamo che porti gioia con la tua voce unica.”

Moltissimi anche gli omaggi ricevuti in questa triste giornata di commemorazione da parte dei mass media. In particolar modo moltissime emittenti radiofoniche specializzate in musica rock, come ad esempio Virgin Radio hanno fatto riascoltare alcuni dei pezzi più famosi della band capitanata da Dolores.

 

LEGGI ANCHE: Cranberries, in uscita l’album postumo di Dolores O’Riordan

Back to top button