BTS, la band K-Pop batte il record di Youtube al giorno di debutto: le cifre

Non si esauriscono i record e i riconoscimenti dei BTS, che con il recentissimo singolo Dynamite si confermano forse il fenomeno musicale più commercialmente potente di questi mesi e di quest’anno. La boy band di K-Pop è riuscita nel complesso compito di sforare il muro nazionale della Corea del Sud, superando il ghetto dei fan e degli appassionati, arrivando ad un successo totale impronosticabile. Il mondo del pop coreano, molto visuale e legato alla fruizione video e performativa, è a questo punto un affare mondiale, capace di catalizzare l’attenzione dei giovani delle culture più disparate (non ultima l’Italia, dove sono attualmente in tendenza); di questo, i sette ragazzi di Seul, con i nomi d’arte Jin, RM, J-Hope, Suga, Jimin, V e Jungkook, appaiono le stelle più importanti.

Oltre cento visualizzazioni in meno di un giorno: i BTS certificano lo stato di forma del K-Pop con il trionfo del video di Dynamite

L’ennesima, clamorosa conferma del momento d’oro dei BTS è arrivata da Youtube stesso, molto probabilmente l’emittente chiave per comprendere il successo dei musicisti contemporanei. Slegato dalla componente economica che guida piattaforme come Spotify, il canale video è la prima fonte di fruizione per la musica pop; e il traguardo annunciato ufficialmente in queste ore serve a certificare il successo dei coreani. Il video del recente Dynamite è infatti ufficialmente la clip più vista nelle prime ventiquattro ore dal caricamento.

Con circa 101 milioni di views nel giorno di debutto, Dynamite dei BTS ha stracciato ogni record analogo in termini di successo e views. Il record precedente apparteneva proprio ad un gruppo K-Pop, nello specifico al femminile Blackpink, con circa 80 milioni di contatti; lo scettro passa ora ai colleghi, che hanno a questo punto settato un record di difficile superamento. L’attesissima prossima apparizione in occidente del gruppo avverrà il prossimo 30 agosto, per le dovute celebrazioni agli MTV Video Music Awards.

LEGGI ANCHE MTV VMA 2020: svelate tutte le esibizioni

Commenti