La playlist estiva di Barack Obama? Tutta da ballare: da Rihanna a BIllie Eilish

Da sempre appassionato di musica pop, Barack Obama ha avuto gioco facile nell’imporsi nel corso di questi anni come presidente più “giovanile” nella storia americana; a quattro anni dalla fine del mandato, l’ex leader del Partito Democratico USA è ancora una figura di riferimento, le cui opinioni e uscite pubbliche continuano a contare infinitamente di più rispetto ad altri colleghi. Complice anche una figura pubblica all’insegna della semplicità e dell’autoironia, che tra le altre cose lo porta da sempre a condividere con il proprio pubblico i propri variegati gusti musicali.

I 53 brani dell’estate di Barack Obama, nella classica lista dell’ex Presidente USA: dal pop contemporaneo ai classici jazz e ovviamente soul e hip hop

In attesa della convention del Partito Democratico che ravviverà una campagna presidenziale mandata fuori rotta dal Covid, Barack Obama ha quindi deciso di rendere pubblica via Twitter la playlist “ufficiale” di casa sua. “Nel corso di questi ultimi mesi, ho trascorso molto tempo ad ascoltare musica con la mia famiglia“, il tweet di Obama, con ovvio riferimento al lockdown ancora in corso nella maggior parte degli Stati americani. “Volevo condividere con voi alcuni dei miei brani preferiti dell’estate, incluse canzoni degli artisti del prossimo Convegno democratico. Spero che vi piaccia“.

Come al solito, la lista di Barack Obama sembra pensata apposta per venire incontro a tutti; 53 brani di altrettanti artisti, in una compilation che varia dalle immancabili popstar Rihanna, Billie Eilish e Drake, passando per i classici R’B di Otis Redding, l’hip hop di Nas e degli Outkast, e ovviamente i capolavori di Chet Baker, Nina Simone e Bob Marley. E ancora, nel complesso: John Coltrane, D’Angelo, Childish Gambino, Megan Thee Stallion, Leon Bridges and Khruangbin, War, Bob Marley and the Wailers, Sheryl Crow, Billie Holiday, Bonnie Raitt, Jason Isbell and the 400 Unit, Anderson .Paak, Khalid, H.E.R., Tank and the Bangas, Moses Sumney, Teyana Taylor, Jennifer Hudson, Maggie Rogers, Billy Porter, Mac Miller, e Andy Shauf. Per non lasciar fuori nessuno.

LEGGI ANCHE Aretha Franklin commuove Barack Obama con la sua voce

Commenti