Jovanotti sul palco con i Tiromancino a Milano

Da tempo di parlava di un possibile duetto tra Jovanotti e i Tiromancino, in virtù della profonda amicizia che da tempo lega il cantante con il leader della band Federico Zampaglione. L’occasione si è presentata ieri sera, per la prima volta, a Milano. Nella location del Teatro degli Arcimboldi, dove il gruppo romano aveva portato l’ultima tappa  del suo tour in corso, Jovanotti ha raggiunto Zampaglione sul palco per esibirsi in  coppia sulle note del maggior successo della band: quel La Descrizione di Un Attimo che ad oggi rimane il brano simbolo dei Tiromancino, scelto saggiamente da Cherubini per il suo primo duetto. Con una variazione.

La Descrizione di un Attimo e Chiaro di Luna riarrangiate per la prima volta insieme da Jovanotti e Zampaglione

Il piccolo esperimento tentato da Jovanotti e i Tiromancino sul palco ha visto l’ex rapper improvvisare in  freestyle sulle note dello storico brano. Federico Zampaglione ha accompagnato con la chitarra acustica, mentre la Ensemble Symphony Orchestra replicava dal vivo la melodia. Un autentica commistione tra rap, pop e musica sinfonica, improvvisata dai due per l’entusiasmo del pubblico presente al Teatro. Lo stesso Zampaglione ha concluso l’esibizione con un assolo di violino. Il breve duetto si è concluso con una particolare versione in coppia di Chiaro Di Luna, nuovissimo brano di Jovanotti come il precedente lo era dei Tiromancino. 

Chiaro di Luna, il racconto di Jovanotti sul’origine del brano

Jovanotti lancia il suo nuovo singolo, dal titolo “Chiaro di luna”. La nuova hit arriverà in tutte le radio venerdì 9 novembre. La nuova canzone di Jovanotti è attesissima dai fan, fin dal primo ascolto dell’album Oh, vita!, uscito quasi un anno fa e già triplo disco di platino. Chiaro di Luna, è una canzone preziosa, ispirata e semplicemente magica. Come l’ha definita lo stesso cantate: “Questa è la canzone d’amore DEFINITIVA, tenetevi forte“. 

Quando Lorenzo fece ascoltare i demo delle canzoni a Rick Rubin, il grande produttore disse che questa era la melodia più bella del disco. Decisero di realizzarla ottenendo il massimo dell’ emozione e riducendo al minimo essenziale l’arrangiamento così che la voce emergesse nuda, vulnerabile.

Quando ci sarà il black out gli innamorati potranno sempre contare su questa canzone, e sulla luce della luna”, ha dichiarato Lorenzo. 

Il brano al centro delle 67 repliche di Lorenzo Live pur non essendo singolo fino ad oggi, è già certificato oro, ed è uno dei brani che ha ottenuto più streaming sulle piattaforme digitali macinando riproduzioni e conquistando le playlist degli utenti e, senza che esista un video ufficiale, ha già totalizzato milioni di view e condivisioni in rete. 

 

Commenti