Claudio Baglioni sarà alla guida di Sanremo 2020

Se ne sono dette di ogni sul conto di Claudio Baglioni nell’ultimo mese. Dopo la controversa a dire poco conferenza stampa di inizio Sanremo, tutti gli indizi sembravano portare ad un suicidio lavorativo da parte del Direttore Artistico: allora Claudio Baglioni aveva attaccato frontalmente Matteo Salvini e in generale la linea di governo gialloverde sul tema migratorio, proprio nei giorni  di riorganizzazione dei piani alti negli uffici Rai. La polemica politica nei confronti della rete pubblica proprio quando già diverse teste iniziavano a cadere (ultima quella di Fabio Fazio) aveva fatto pensare ad un inevitabile allontanamento di Claudio Baglioni dal prossimo Festival. Allontanamento che, a quanto pare, non ci sarà.

Pace fatta tra Rai e Claudio Baglioni: il Direttore Artistico potrebbe venire confermato

Secondo quanto riportato da Chi, la Rai si sarebbe prontamente mossa per sedare gli animi di Claudio Baglioni, arrivando a trovare una tregua negli scorsi giorni. Come noto, una misteriosa telefonata tra il cantante e Matteo Salvini (telefonata mai confermata ma raccontata da più parti) aveva già contribuito a riconciliare le due parti in nome dell’apoliticità del Festival. Il gesto della mano tesa è piaciuto alla neo-direttrice Teresa De Santis, che alla luce degli ultimi sviluppi avrebbe lavorato per ricucire i rapporti con Claudio Baglioni. Addirittura, si starebbe parlando in queste ore di un probabile rinnovo di contratto per il ruolo di Direttore Artistico: in quel caso, il cantante sarebbe confermato anche per Sanremo 2020.

Il Festival di Sanremo 2019 avrà il via tra due settimane al Teatro Ariston. Nella sua consueta veste di evento in cinque parti, vedrà ovviamente Claudio Baglioni alla guida artistica e tematica, e la coppia Bisio-Raffaele al lavoro sull’intrattenimento e la conduzione. Sarà il secondo Festival da direttore per Baglioni, che non ha mai visto la propria posizione a rischio. E che a questo punto può cominciare  a organizzare anche la prossima.

Sanremo 2019, i duetti di Claudio Baglioni

A meno di tre settimane dall’avvio di Sanremo 2019, un altro passo importante in ottica di organizzazione è stato ultimato e diffuso dal Festival. Mentre si compilano le scalette degli ospiti  internazionali e non, sono stati resi noti i primi undici ospiti dei primi undici Campioni che parteciperanno al Festival. Ad accompagnare i concorrenti saranno dunque altrettanti musicisti, chiamati come da programma a fare da “spalla” e duettarein occasione della quarta e ultima serata di Sanremo 2019. Si va dunque da presenze già note (gli scorsi vincitori), a volti più particolari richiesti personalmente dagli artisti.

Sanremo 2019 vedrà naturalmente il ritorno dei due precedenti campioni. Nella prima lista dei duetti (i rimanenti saranno annunciati nei prossimi giorni) spicca dunque la presenza di Fabrizio Moro, che duetterà con Ultimo, e Ermal Meta, spalla di Simone Cristicchi. Per quanto riguarda gli altri duetti di Sanremo 2019, le accoppiate già annunciate saranno le seguenti: Neri Marcorè per NekBrunori Sas per gli Zen CircusBungaro e Eleonora Abbagnato per Francesco  RengaManuel Agnelli per DanieleSilvestriRocco Hunt per i BoombadashSyria per Anna TatangeloGuè Pequeno per MahmoodBeppe Fiorello per Paola TurciIrene Grandi con Loredana BertèPaolo Jannacci per Enrico Nigiotti.

I successivi dodici duetti saranno annunciati a breve, insieme ai testi ufficiali dei brani in concorso a Sanremo 2019 (esclusiva Tv Sorrisi e Canzoni del 29 gennaio). In ottica conduzione tutto è pronto: Claudio Baglioni  sarà affiancato da Claudio Bisio e Virginia Raffaele, mentre il Dopofestival sarà ufficialmente condotto da Rocco Papaelo, Anna Foglietta e Melissa Greta Marchetto. Ancora in via di definizione l’organizzazione degli ospiti

Commenti