Top Ten 2018, gli album più venduti dell’anno in Italia: trionfa Sfera Ebbasta

Trap, Sanremo, talent televisivi e web star: il ritratto della musica italiana secondo la Top Ten 2018 dei dischi più venduti

Parecchie sorprese e qualche conferma nella top ten 2018 dei dischi più venduti. A conclusione di un nuovo anno, ancora una volta il mercato italiano si afferma tradizionalista: nove artisti su dieci sono infatti locali, con un solo straniero capace di superare il gradino della decima posizione. Il resto, tutto Italia, e tutto estremamente contemporaneo, tra reality, talent, trap e Sanremo.

La classifica, come ormai noto, è frutto di un complicato algoritmo che somma, ai classici supporti fisici dei dischi venduti (ormai praticamente vicini allo zero), una complicata cifra “equivalente” ricavata dagli ascolti in streaming su Spotify, Youtube e altre piattaforme. Ciò rende impossibile fornire una cifra esatta di “copie vedute” (che di fatto non esiste), ma a dare più che altro risalto agli artisti di maggior tendenza nell’anno.

Nella Top Ten 2018 della Musica italiana, il campione è allora Sfera Ebbasta. Il suo Rockstar è l’album di maggior successo, seguito a sorpresa da Irama e Laura Pausini. Salmo in appena due mesi conquista il quarto posto, così come i Maneskin, poco sotto il rapper. Completano la Top Ten 2018 i dischi di Capo Plaza, Ultimo, Benji e Fede, Gemitaiz, e l’unico straniero della classifica, l’inglese Ed Sheeran. Trionfo dunque per le icone più giovanili, rispetto ai classici della musica italiana (di cui solo la Pausini tiene il passo).

Ecco dunque la Top Ten 2018 degli album più venduti in Italia:

 

album più venduti

  1. Con Rockstar, Sfera Ebbasta conferma il suo dominio su una scena, quella trap, che sta vedendo i suoi idoli ridimensionati. Se infatti DPG e altri perdono il passo, il musicista milanese si conferma come la voce di maggior tendenza di questa fase storica della musica italiana.
  2. Non perde un colpo Amici, che ancora una volta piazza un suo concorrente tra le grandi voci dell’anno in termini di vendite. Uscito ad ottobre, Giovani di Irama è stato un prevedibile successo già dalle prime settimane, grazie al battage della trasmissione.
  3. Non poteva mancare Laura Pausini, che supererà lo smacco di vedersi sconfitta da due ragazzini con il mega-tour pronto per questa estate. Esempio tra i più lampanti dell’influenza esercitata dalla nuova forma di conteggio: la cantante romagnola è stata superata dagli streaming rivali.
  4. Playlist è stato uno dei grandi successi di questo autunno, forse l’unico album rap ancora in grado di dire qualcosa in termini di classifica. Salmo è ormai il solo nome di una certa vecchia scuola ormai scomparsa, e gode ancora di un certo pubblico anche tra i giovanissimi.
  5.  Altri eroi dei talent televisivi, i Maneskin sono arrivati con il loro Il Ballo della Vita a riportare un certo sound vecchio stile, da pop-rock modello scorso decennio e prima. Altro esempio dell’importanza televisiva nell’industria nostrana.album più venduti
  6. Nuove leve avanzano: Capo Plaza è arrivato quest’anno, e trascinato da qualche singolo azzeccato ha centrato la top ten praticamente solo  grazie agli streaming.
  7. Spazio anche per l’eroe di Sanremo, il ragazzo romano che si è subito affermato come popstar di riferimento tra giovanissimi e meno giovani. La facilità nell’ampliare il target ha sicuramente giocato a suo favore.Singoli in uscita: tutte le novità del week-end
  8. Non mollano due piccoli classici contemporanei come Benji e Fede. Siamo Solo Noise ha goduto in grande fortuna in radio, fattore che sicuramente ha aiutato. Disco di platino.album più venduti
  9. Secondo rapper in classifica dopo Salmo, Gemitaiz deve accontentarsi di un nono posto. Sono mancati forse i singoli, e la fortuna di questo tipo di musica è ormai ridimensionata dal nuovo trap.Canzoni ed artisti più ascoltati su Spotify nel 2017: l'elenco completo [VIDEO]
  10. Chiude la classifica Divide, il classico contemporaneo di Ed Sheeran uscito lo scorso anno e tutt’ora in classifica. Si tratta dell’unico disco straniero in una classifica ormai del tutto slegata dalle tendenze globali.

Commenti