Justin Tiberlake annulla i live americani: lesione alle corde vocali

Freddo ed eccessivo sforzo vocale: Justin Timberlake dovrà momentaneamente ritirarsi dalle scene

Non c’è pace per Justin Timberlake: dopo la data al Madison Square Garden annullata non senza polemiche il mese scorso, arriva un’altra batosta. E il problema è ancora la voce. Secondo il controllo effettuato sull’artista dal medico americano Steven Zeiteles, la diagnosi non è delle migliori. Si parla di una probabile lesione delle core vocali, dovuta quasi sicuramente all’eccessivo sforzo e all’esposizione al freddo. Nulla che non possa essere guarito in un breve periodo. Ma nel frattempo, le indicazioni dei medici sono chiare: Justin Timberlake dovrà restare a riposo per le prossime settimane, presumibilmente fino al prossimo anno. Con buona pace degli organizzatori: i concerti previsti il 27 novembre a Los Angeles e il 30 a Phoenix sono stati cancellati.

Il problema alle corde vocali (autentica maledizione di molte pop star) aveva già colpito Justin Timberlake lo scorso mese. Costretto ad annullare un evento attesissimo a New York, il cantante aveva scherzato sulla sua situazione in un’ospitata nello show di Jimmy Fallon. L’occasione era stata buona per sdrammatizzare, ma le complicazioni si sono rivelate più serie del previsto. Fino al momento del recupero completo della lesione, il Man Of The Woods Tour sembra destinato a finire da parte. Nel frattempo, Justin Timberlake sembra intenzionato a dedicarsi alla promozione della sua autobiografia: Hindsight: & all the things I can’t see in front of me è già uscito con successo negli USA. Per la musica, ci sarà da aspettare.

Il trionfo di Justin Timberlake al Super Bowl

Il deterioramento delle condizioni di Justin Timberlake è cosa di questi mesi. Lo stato di forma del cantante era fino a poco tempo fa sembrato eccellente. Nella notte italiana tra domenica 4 e lunedì 5 febbraio si era infatti tenuto a Minneapolis il Super Bowl 2018, la finale del campionato NFL di football americano (quest’anno vinta daiPhiladelphia Eagles). Lo spettacolo musicale dell’halftime (l’intervallo) aveva visto quest’anno come protagonista proprio Justin Timberlake. La popstar aveva iniziato a cantare Filthy in una sorta di discoteca ricavata sotto lo stadio e poi, ballando, era arrivato in campo dove ha intonato un medley sulle note di Rock Your Body, Señorita, SexyBack,My Love, Cry Me a River, Suit & Tie, Until the End of Time. Poi, è stato il turno del toccante duetto virtuale con Prince (originario proprio di Minneapolis, morto nell’aprile 2016) in I Would Die 4 You. Timberlake ha quindi finito la sua esibizione con le canzoniMirrors e Can’t Stop the Feeling!

Ma al Super Bowl 2018 c’è stata anche un po’ di musica italiana: il brano Lost and Founddi Dardust (Dario Faini) è stato infatti scelto dalla Hyundai per accompagnare lo spot presentato in anteprima USA a più di 113 milioni di telespettatori nell’ambitissimo spazio pubblicitario della 52° finale della National Football League Americana.

Commenti