Joe Perry, malore per il chitarrista degli Aerosmith durante un concerto: ecco come sta

Grande paura per il chitarrista e fondatore degli Aerosmith, Joe Perry. Secondo quanto riportato infatti sabato sera, al termine di un concerto con Billy Joelil, il chitarrista è stato vittima di un malore ed è stato portato via in barella dal Madison Square Garden di New York. Tutto è accaduto appena terminata la sua performance sul palco con “Walk This Way“, a quel punto Perry ha avuto una crisi respiratoria ed è svenuto nel backstage. Subito i paramedici presenti sul luogo l’hanno soccorso portandolo in ambulanza e fornendogli ossigeno. Così il chitarrista è stato intubato con un tubo tracheale e poi è stato trasportato d’urgenza in ospedale.

Perry adesso è stato ricoverato e il suo staff ha annunciato ai fan che il chitarrista è fuori pericolo e che per fine mese potrà tornare ad esibirsi. Anche se questa non è la prima volta che Joe è vittima di un malore, infatti anche due anni fa ebbe un episodio simile, un altro collasso sul palco durante uno show degli Hollywood Vampires. Non è ancora chiaro quando potrà tornare a esibirsi con gli Aerosmith. Perry, insieme al cantante e frontman del gruppo Steven Tyler e la band, era pronto a cominciare una lunga serie di concerti a Las Vegas come parte di una residency per tutto il 2019.

L’artista 68enne, come riportato da TMZ, aveva appena finito “Walk This Way” quando, tornato nel suo camerino, avrebbe accusato un malore. A quanto pare il musicista aveva avuto “problemi di respirazione” nelle ultime settimane “che sono arrivati all’apice” sabato notte. Tali problemi sarebbero dovuti a una congestione polmonare. Ancora ricoverato, il 68enne “è sveglio e sta bene”. Molte persone presenti durante l’intervento hanno riferito che il musicista “aveva un aspetto davvero orribile”.

Commenti