Emanuele Spedicato sta meglio: i medici hanno sciolto la prognosi

Emanuele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro, sta meglio e i medici hanno finalmente sciolto la prognosi. E confermarlo è stato l’ultimo bollettino medico della Asl di Lecce, il quale riporta: “Ora il paziente non è più considerato in pericolo di vita, è vigile, respira autonomamente, risponde bene agli stimoli e presenta valori buoni in tutti i parametri; il quadro clinico neurologico ha mostrato evidenti progressi negli ultimi giorni, per cui è stato possibile staccare i macchinari per la respirazione automatica”. Un’altra ottima notizia dopo quella di qualche giorno fa in cui i medici avevano rivelato che Spedicato era vigile e cosciente e finalmente fuori pericolo. Nell’ultimo bollettino c’è scritto anche che la fase più dura è stata superata: “I prossimi 10 giorni saranno fondamentali per monitorare accuratamente le condizioni del paziente, al fine di valutare la possibilità di un suo trasferimento in un centro specializzato, così da poter avviare un adeguato percorso di riabilitazione“. La famiglia, i fan e tutta la band dei Negramaro possono tirare finalmente un bel sospiro di sollievo dopo le durissime settimane appena trascorse.

Emanuele era stata ricoverato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce a seguito di un’emorragia cerebrale il 17 settembre scorso, dopo essere stato soccorso dalla moglie Clio all’interno della loro abitazione. I Negramaro, invece, negli ultimi giorni erano stati molto vicini al loro compagno, dedicandogli una lungo post su Facebook che recita così: “Fratello, queste due settimane sono state le più difficili della nostra storia. Ci stai insegnando ad essere sempre pronti a lottare per l’amore che ci circonda, per quello che ti sta dando vigore in questi giorni, che ti arriva forte da ognuna delle persone che ti ha vissuto profondamente ma anche da chi ti conosce appena. La grande forza di volontà che hai dimostrato finora inizia a rasserenarci. Non smetteremo di incoraggiarti e a starti accanto fin quando non ti sarai ripreso la tua vita meravigliosa. Continua così, noi ci saremo sempre! #Forza Lele“.

Emanuele Spedicato è fuori pericolo: il chitarrista è vigile e cosciente

Emanuele Spedicato è finalmente fuori pericolo. Secondo l’ultimo bollettino medico, riportato sull’edizione barese di Repubblica, il chitarrista dei Negramaro sarebbe cosciente e vigile dopo l’ultima Tac, anche se rimane comunque intubato e i medici non hanno ancora sciolto la prognosi. La Tac controllo ha quindi confermato l’evoluzione positiva delle condizioni del paziente, i cui parametri vitali risultano sempre buoni ormai da una settimana: un bel sospiro di sollievo per la famiglia, la band salentina e i fan tutti, dopo l’altro positivo aggiornamento di qualche giorno fa secondo il quale Lele era in lenta ripresa e rispondeva agli stimoli. L’artista rimane ancora ricoverato presso il reparto di rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, ma potrebbe presto lasciarlo. Spedicato era stato ricoverato lo scorso 17 settembre per un’emorragia cerebrale, dopo essere svenuto nella sua casa nel Salento e soccorso dalla moglie Clio. Negli ultimi giorni Lele ha potuto contare su tutto l’affetto della moglie, dei fan e dei suoi compagni della band dei Negramaro, la quale avrebbe dovuto iniziare il 15 novembre prossimo la fase autunnale nei palazzetti del tour Amore Che Torni, tournée che ha riscosso un grande successo negli stadi quest’estate. Quasi sicuramente questa verrà annullata, perché per Emanuele sarà impossibile tornare sul palco in questo periodo. I biglietti, comunque, sono ancora in vendita.

Photo credit Twitter

Commenti