E’ morto Charles Aznavour: la carriera dello chansonnier francese [VIDEO]

Charles Aznavour si è spento questa mattina del 1 ottobre nella sua casa delle Alpilles, in Provenza, all’età di 94 anni. Nella sua lunga carriera è stato sia cantautore che attore teatrale ed interprete, vendendo oltre trecento milioni di dischi e componendo circa 1400 canzoni, divenendo di fatto il cantautore francese più conosciuto all’estero, grazie anche alla sua capacità di cantare in sette lingue e recitare in oltre sessanta film. Divenne celebre grazie a Edith Piaf, che nel dopoguerra lo portò in tournée in Francia e negli Stati Uniti, ma la consacrazione arrivò nel 1956 quando si esibì all’Olympia di Parigi con la canzone Sur ma vie. Ebbe un ottimo rapporto anche con l’Italia, come dimostrano due dei suoi pezzi scritti nella nostra lingua: E io fra voi, che potete ascoltare nel video qui sotto, parla della storia di un uomo che scopre il tradimento della donna amata, mentre Quello che si dice tratta l’esistenza solitaria di un omosessuale che ogni sera fa ritorno a casa per accudire la madre moribonda. Molto celebre anche il brano denominato L’Istrione, reinterpretato da grandi artisti italiani come Massimo Ranieri e Renato Zero. Lo scorso 23 luglio si sarebbe dovuto esibire proprio nel nostro paese, per la precisione a Palmanova, ma poi fu costretto ad annullare il concerto per motivi di salute. Poco prima di morire, invece, era stato in tour in Giappone.

 

Figlio di immigrati armeni, nacque a Parigi nel 1924 e inizia la carriera come attore di prosa a teatro, esibendosi nei maggiori teatri del mondo e duettando con star internazionali del calibro di Nana Mouskouri, Liza Minnelli, Sumiva Moreno, Compay Segundo, Céline Dion e, in Italia, con Mia Martini e Laura Pausini. E’ sempre stato molto legato alla sua terra di origini, l’Armenia, a tal punto che lo scorso anno il governo armeno, in segno di riconoscenza per le sue battaglie, gli consegna le chiave del Museo Aznavour nel cuore di Erevan, la capitale dello stato. Resterà nella memoria di tutti gli amanti della musica per il grande contribuito dato all’arte, in generale.

Photo credit Twitter

 

Commenti