Emanuele Spedicato, aggiornamento sulle condizioni del chitarrista dei Negramaro

Le condizioni di Emanuele Spedicato restano stabili. Nulla di nuovo rispetto all’ultimo bollettino medico diramato la settimana scorsa, secondo il quale il chitarrista dei Negramaro era in lento miglioramento. L’artista resta ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove era stata trasportato con urgenza durante la mattinata di lunedì 17 settembre a seguito di una emorragia cerebrale. Il chitarrista era stato trovato svenuto a bordo piscina nella sua casa in salento dalla moglie Clio Evans, la quale ha immediatamente allertato i soccorsi. Una volta arrivato all’ospedale del capoluogo salentino i medici i hanno potuto effettuare un primo drenaggio dell’emorragia cerebrale e successivamente escludere la possibilità di un intervento chirurgico, cosa che si era invece prospettata nelle prime ore seguenti al ricovero. 

Sulla pagina Facebook della band dei Negramaro non è stata pubblicato più nulla dal 19 settembre, quando Giuliano Sangiorgi e soci postarono una foto di Emanuele con una lunga dedica, che recita così: “Grazie a tutti per questo caloroso sostegno e questo grande affetto. Siamo certi che il nostro Lele lo stia raccogliendo tutto per tornare più forte. Serviranno ancora i vostri pensieri più positivi per i giorni che verranno. Non sarà un’attesa facile ma gli siamo tutti vicini. Saremo forti e pronti per il suo grande ritorno“. Molto toccante anche il pensiero di Clio Evans, moglie del chitarrista, che sul suo profilo Instagram ha voluto ringraziare tutti i fan e non per l’affetto e la vicinanza dimostrata anche virtualmente ad Emanuele. Al momento non si sa nulla riguardo il prossimo tour della band salentina, l’Amore che Torni Indoor Tour 2018, che avrebbe dovuto far seguito alla tournée estiva negli stadi che ha riscosso un enorme successo. Con molta probabilità verrà annullata, infatti non manca moltissimo alla data zero che è in programma a Rimini per il 15 novembre. Nei prossimi giorni la band pubblicherà sicuramente degli aggiornamenti a riguardo.

Photo credits Facebook

Commenti