Gli Articolo 31 di nuovo insieme? L’indizio che fa sperare i fan

Gli Articolo 31, la storica band fondata da J-Ax e Dj Jad, potrebbero tornare insieme. A far sperare i fan è un indizio lasciato da J-Ax stesso sui social, ovvero il follow al profilo Instagram di Dj Jad. Che sia tornata la pace tra i due? L’ultimo volta che avevano lavorato insieme era stata per la realizzazione del celebre album Italiano Medio nel 2003, ultimo della band milanese, dopodiché i due artisti hanno preso strade diverse. Inoltre, lo scorso anno Ax e Jad ebbero di nuovo un contrasto, quando quest’ultimo aveva deciso di ripartire con il progetto degli Articolo 31 ma con una veste nuova, fatto che non piacque alla Best Sounds la quale diffidò il dj per l’utilizzo improprio del marchio. Jad in quell’occasione si difese così: “È un progetto nato grazie alle persone che continuano a volermi bene. In questi anni ho ricevuto migliaia di messaggi in posta privata e su Facebook, tutti mi chiedevano di tornare sulla scena e così li ho voluti accontentare. È un progetto senza frontman: ci sono quattro musicisti e due voci, una femminile e una maschile. Proponiamo i miei brani storici riarrangiati e reinterpretati in una chiave nuova. La mia musica non potrà mai morire perché ha un valore di base. Non è business per me. È un valore che va oltre, è una parte di vita“.

Dunque, ad un anno di distanza, è possibile che i due si siano riappacificati come dimostra il gesto di Ax di seguire l’ex socio su Instagram. J-Ax che, dal canto suo, ha deciso di prendersi una lunga pausa dalle fatiche degli ultimi due anni, in cui ha collaborato con Fedez nella realizzazione dell’album Comunisti col Rolex. Collaborazione che è culminata nel grandissimo concerto di San Siro del 1 giugno scorso, che ha suggellato la fine del sodalizio tra i due artisti. Dopo i 5 concerti che andranno in scena ad ottobre al Fabrique di Milano, J-Ax si prenderà una lunga pausa per dedicarsi a se stesso e alla famiglia, e chissà se poi lo rivedremo con Dj Jad per rivivere i fasti di qualche anno fa.

Photo credits Twitter

Commenti