Vasco Rossi, a luglio nei cinema torna il film del Modena Park

Ad un anno dallo storico concerto al Parco Enzo Ferrari, torna nei cinema il film del Modena Park di Vasco Rossi. L’appuntamento nei multisala TheSpace dal 16 al 18 luglio, dopo le proiezioni dello scorso dicembre che riscossero già allora un grande successo. Ma c’è di più: Vasco ha confermato anche il ritorno del tour nel 2019!

Notizie importanti per i fan di Vasco Rossi. Nelle ultime ore infatti è stato annunciato il ritorno nelle sale cinematografiche del film dello spettacolare concerto andato in scena un anno fa a Modena, al Parco Enzo Ferrari, che ha raccolto sotto il palco circa 225 mila spettatori, facendo entrare questo live nella storia della musica mondiale. Il film del Modena Park verrà proiettato nei multisala TheSpace dal 16 al 18 luglio, dopo il grande successo riscosso ai box office già lo scorso dicembre.

Uno spettacolo diretto da Pepsy Romanoff che mostra passo dopo passo i momenti salienti di quella storica giornata del primo luglio dello scorso anno, in cui il Blasco ha festeggiato il quarantennale della sua carriera: dall’arrivo sul palco in elicottero alle immagini nel backstage, dalle riflessioni al concerto vero e proprio. La notizia del ritorno in sala giunge quasi esattamente un mese dopo la fine del VascoNonStopLivetour che ha segnato il ritorno di Vasco negli stadi con 10 date, per un totale di 450 mila spettatori.

A proposito del tour, Vasco ha confermato che questo tornerà anche il prossimo anno: “Deciso a continuare,
a tentare, a cercare e a non cedere”. Parole che rendono felici i fan, i quali nell’attesa possono godere di nuovo del grande spettacolo andato in scena a Modena. Inoltre, dopo 30 settimane presente in classifica, l’album Vasco Modena Park, ufficiale dell’evento, resta tra i primi 50 album più venduti della settimana, posizionandosi al 31esimo posto. Stesso discorso vale per la raccolta antologica VascoNonStop Live, che ha dato il nome al tour, in classifica da 86 settimane e quattro volte disco di platino.

Photo credits Facebook

Commenti