Claudio Baglioni al Festival di Sanremo 2019? Dubbi sul cachet

Da giorni non si fa che parlare della presenza di Claudio Baglioni come direttore artistico e conduttore per il secondo anno consecutivo del Festival di Sanremo. Secondo quanto riporta Dagospia il condizionale ci sarebbe solo per alcuni problemi legati al cachet: ecco tutti i dettagli…

“È quasi fatta. Ho motivo di pensare che sia più di un augurio, ha risposto così il direttore Mario Orfeo a proposito di un bis a Sanremo di Claudio Baglioni. Il cantante romano dopo il clamoroso successo dell’edizione 2018 è stato corteggiato dalla Rai e le trattative sono in corso da ormai qualche settimana. Tra le due parti però ci sarebbe ancora distanza sul cachet che lo scorso anno era stato circa di 650 mila euro. Baglioni, o chi per lui, avrebbe chiesto un significativo aumento per avvicinarsi il più possibile alla cifra tonda di un milione. Le parti riusciranno ad avvicinarsi e trovare una soluzione?”, riporta Giuseppe Candela per Dagospia.

Problemi di cachet prima della conferma ufficiale? Solo qualche giorno fa il direttore generale della Rai Mario Orfeo, in occasione del Festival della tv e dei nuovi media di Dogliani, aveva annunciato che è “quasi fatta” per il ritorno del cantante nel ruolo di direttore artistico della kermesse musicale al Teatro Ariston.

A fine aprile, il cantante aveva dichiarato a proposito di un ritorno a Sanremo: “La battuta a quelli della Rai, quando mi hanno contattato che era già agosto, l’ho fatta: non avete nessuno… Mi ha convinto l’idea che Sanremo è un lusso che ci si può concedere una volta nella vita, magari con un senso di ambizione scandaloso. Nessuno si auspicava un successo così […] Siamo alle avvisaglie. Però mi dico che il lusso ripetuto diventa un peccato […] Lo farei durare due settimane magari con rassegne a corollario. E, senza esagerare perché resta un romanzo popolare in musica, vorrei vedere rappresentate anche discipline più elitarie e non solo le canzoni orecchiabili”.

Photo Credits Facebook

Commenti