Caparezza torna in tour: da Rock in Roma a Collisioni, tutte le date estive

Caparezza torna in tour: 18 date già confermate in tutta Italia partendo il prossimo 27 giugno al Lucca Summer Festival per passare allo Sherwood a Padova, Rock in Roma, Onda D’Urto a Brescia, Collisioni a Barolo. I biglietti saranno in vendita su TicketOne a partire dalle ore 10.00 di martedì 13 marzo…

Dopo aver registrato ben 20 sold out nei palazzetti da novembre 2017 a febbraio 2018, dopo aver percorso più di 9mila chilometri sul furgone da Nord a Sud dello Stivale e dopo aver venduto più di 125mila biglietti, Caparezza torna in tour per l’estate 2018 con 18 date già confermate.

  • 27.06 LUCCA, Lucca Summer Festival
  • 29.06 PADOVA, Sherwood Festival
  • 01.07 BAROLO (CN), Collisioni
  • 03.07 MILANO, Ippodromo Snai San Siro
  • 07.07 PALMANOVA (UD), Piazza Grande
  • 09.07 NICHELINO (TO), Palazzina di Caccia di Stupinigi / Sonic Park
  • 13.07 VILLAFRANCA (VR), Castello Scaligero
  • 14.07 REGGIO EMILIA, Lime Space
  • 16.07 ROMA, Rock in Roma – Ippodromo delle Capannelle
  • 18.07 ARCO (TN), Climbing Stadium
  • 21.07 GENOVA, Goa Boa / Porto Antico
  • 28.07 SERVIGLIANO (FM), Parco della Pace – No Sound FEST
  • 02.08 VASTO (CH), Stadio Aragona
  • 09.08 RAGUSA, Piazza della Libertà
  • 13.08 LECCE, Piazza Libertini
  • 17.08 FOLLONICA (GR), Parco Centrale
  • 19.08 BRESCIA, Onda d’Urto Festival
  • 21.08 ALASSIO (SV), Porto Luca Ferrari / Riviera Music Festival

L’artista presenterà l’ultimo album Prisoner 709, un disco sulla sua prigionia. L’album è un percorso di autoanalisi che parte da una situazione di disagio (rappresentata senza mezzi termini nel brano d’apertura Prosopagnosia) ed arriva alla sua accettazione (nella traccia finale Prosopagno sia!). Le canzoni sono 16 (la somma di 7 e 9) e ciascuno di essi rappresenta un capitolo del carcere mentale da cui tento di evadere. “La scelta del bianco e nero, in contrapposizione all’esplosione di colori della copertina di Museica, è dovuta al bipolarismo del progetto ed è perfetta per raccontare come ho visto il mondo in questo anno e mezzo di composizione. Sono un artista libero o sono prigioniero di questo ruolo? Sono felice o solo soddisfatto? Fare dischi era nel mio destino o è stato solo un grosso equivoco? Sono tante le domande esistenziali che mi sono posto mentre scrivevo questo disco, mentre cercavo di superare lo shock dell’acufene che mi ha colpito nel 2015, mentre cercavo di reinterpretare i tarocchi che avevo davanti”.

Classifica della settimana: gli album più venduti

LEGGI ANCHE: CAPAREZZA PRESENTA PRISONER 709, LA VIDEO-INTERVISTA [ESCLUSIVA]

Photo Credits Ufficio Stampa Rock in Roma

Commenti