NewsPrimo Piano

Gabbani, risposta a Pippo Baudo e sfogo: “Ecco cosa non sopporto”

Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo 2017 con ‘Occidentali’s Karma’ e protagonista dell’estate con il nuovo tormentone ‘Tra le granite e le granate’, ha inviato un messaggio a Pippo Baudo che lo aveva criticato dopo la sua vittoria sul palco dell’Ariston. Il cantante toscano ha poi rivelato cosa davvero non sopporta…

Il quotidiano ‘Il Giornale’ propone un’intervista a Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo 2017 con Occidentali’s Karma e rappresentante italiano all’ultimo Eurovision Song Contest nonché protagonista dell’estate con il suo ultimo tormentone Tra le granite e le granate.

Sulla sua vittoria a Sanremo e le successive dichiarazioni di Pippo Baudo (che disse che non sarebbe durato a lungo), il cantante di Carrara ha dichiarato: “Spero di essere riuscito a fargli cambiare idea”. Poi, alla domanda: “Cosa le fa paura e cosa non sopporta?”, l’artista ha risposto: “Non sopporto la spocchia di chi non sa e spara a zero su tutti sui social, e ho paura che non si faccia abbastanza per un futuro più sostenibile”. Questo, invece, il commento sull’esperienza all’ESC: “Ero dato per favorito, per cui sono stato accolto con grande affetto da tutti i paesi presenti e partecipanti. L’ESC è stata un’esperienza che mi ha arricchito e mi ha dato la possibilità di far ascoltare la mia musica ad un pubblico europeo, con notevoli risultati: l’album Magellan (versione internazionale di Magellano) è entrato in classifica in 13 paesi”. 

La chiosa finale è dedicata al tour e al futuro prossimo: “Per il momento la mia grande impresa è il tour. E non solo per il numero dei concerti (44 date in giro per l’Italia) che mi terranno on the road fino a fine settembre, ma anche e soprattutto per il numero di persone che vengono a vedermi dal vivo. Ad ogni tappa vengo letteralmente travolto da un affetto e un’energia incredibili e non posso far altro che ringraziare tutti per il sostegno e l’amore che mi stanno dimostrando”.

Photo credits: Facebook

Back to top button
Privacy