Oscar 2016, Ennio Morricone trionfa: “Non c’è musica importante senza un film che la ispiri”

Agli Oscar 2016 ha trionfato Ennio Morricone per la Migliore colonna sonora realizzata per il film The Hateful Eight di Quentin Tarantino. Una vittoria inaspettata almeno per il maestro che è salito sul palco visibilmente emozionato.

And the Oscar goes to… Ennio Morricone! Il compositore italiano ha vinto la statuetta per la Migliore colonna sonora creata per la pellicola The Hateful Eight di Quentin Tarantino in occasione dell’ottantottesima edizione degli Academy Awards. Una sorpresa per lui che si è recato sul palco con gli occhi lucidi e la voce rotta dall’emozione.

Ringrazio tutti per questo prestigioso riconoscimento – ha detto Morricone nel corso dei ringraziamenti (scritti su un foglietto per non dimenticare nulla) – Il mio pensiero va agli altri candidati ed in particolar modo allo stimato John Williams. Non c’è musica importante senza un film che la ispiri. Ringrazio Quentin Tarantino per avermi scelto e tutto il team. Dedico la vittoria a mia moglie Maria che mi sta guardando. Grande la felicità di tutti gli italiani: “Comunque io mi sono messa la sveglia solo per Ennio Morricone e Leonardo. Cioè. Non dico altro. Quanto male sto?!”, “Grandissimo Maestro, finalmente! #Morricone #orgoglio #Oscars2016”, “Viva Ennio Morricone”.

Morricone è un vero e proprio orgoglio per il nostro Paese. Devo cercare di realizzare una colonna sonora che piaccia sia al regista, sia al pubblico, ma soprattutto deve piacere anche a me, perché altrimenti non sono contento. Io devo essere contento prima del regista. Non posso tradire la mia musica: queste le parole usate durante la cerimonia di assegnazione della sua stella nella Hollywood Walk of Fame. Un uomo che ha fatto storia. Senza ombra di dubbio.

SU VELVET CINEMA L’ELENCO COMPLETO DEI VINCITORI DEGLI OSCAR 2016

SU VELVET STYLE LE FOTO DEI LOOK MIGLIORI SUL RED CARPET DEGLI OSCAR 2016

SU VELVET GOSSIP ARNOLD SCHWARZENEGGER CONSOLA SYLVESTER STALLONE: VIDEO

Photo Credits Twitter

Commenti