Marco Mengoni: “Ti ho voluto bene veramente”, primo capitolo di una nuova storia [VIDEO]

E’ arrivata “l’ora X” per Marco Mengoni e i suoi fan: come promesso, il cantautore torna ufficialmente oggi, 16 ottobre, in radio con Ti ho voluto bene veramente, il primo singolo estratto dal suo prossimo disco, seconda parte del più ampio progetto Parole in circolo. Pubblicato in mattinata anche il videoclip ufficiale del brano, con la regia della You Nuts Production (Niccolò Celaia e Antonio Usbergo): un videoclip particolare, che è solo l’inizio di una sorta di cortometraggio a puntate, un racconto che si concluderà grazie alle clip dei brani del nuovo album che verranno pubblicate nei prossimi mesi.

Particolari sono anche i paesaggi che fanno da sfondo: è stata scelta l’Islanda come location delle riprese, con la sua natura suggestiva che fa da cornice a testo e musiche di un brano scritto da Mengoni in collaborazione con Fortunato Zampaglione, lo stesso con cui Marco ha già lavorato per il fortunato singolo Guerriero. “Squadra che vince non si cambia”, insomma.

Nel video vediamo il cantautore svegliarsi frastornato, nella sua giacca una pistola e neanche lui sa come sia finita lì, probabilmente. Inizia poi la sua corsa tra paesaggi quasi lunari, per una canzone che prende come spunto un rapporto svanito nel tempo per intraprendere un più complesso viaggio dell’anima, con la musica che accompagna il flusso di coscienza di chi canta e chi ascolta. Niente è affidato al caso tra quelle note, tra quelle parole, e il brano dimostra quell’attenzione per i particolari e quell’uso sapiente del testo (che riportiamo di seguito) che ha contribuito a rendere così amata la produzione artistica di Mengoni.

Alla fine del video solo una scritta: “Così sono partito per un lungo viaggio – Capitolo 1. Staremo a vedere come si evolverà il racconto, intanto lo stesso Mengoni ha spiegato: “La forza e la delicatezza della canzone fanno da accompagnamento al viaggio interiore di ciascuno di noi, ai momenti di cambiamento e insieme di comprensione e consapevolezza di quello che è stato”. La gustosa anticipazione non fa che accrescere la curiosità dell’“esercito” di Marco circa il suo lavoro in studio. Se queste sono le premesse, non possiamo che aspettarci un ennesimo, meritato successo. Di seguito il testo del brano e il video ufficiale che lo accompagna.

TESTO: Così sono partito per un lungo viaggio / lontano dagli errori e dagli sbagli che ho commesso / ho visitato luoghi per non doverti rivedere / e più mi allontanavo e più sentivo di star bene / e nevicava molto però io camminavo / a volte ho acceso un fuoco per il freddo ti pensavo / sognando ad occhi aperti sul ponte di un traghetto / credevo di vedere dentro il mare il tuo riflesso / le luci dentro al porto sembravano lontane
ed io che mi sentivo felice di approdare / e mi cambiava il volto, la barba mi cresceva / trascorsi giorni interi senza dire una parola.

E quanto avrei voluto in quell’istante che ci fossi / perché ti voglio bene veramente / e non esiste un luogo dove non mi torni in mente / avrei voluto averti veramente / e non sentirmi dire che non posso farci niente
avrei trovato molte più risposte / se avessi chiesto a te ma non fa niente / e non posso farlo ora che sei così lontano. Mi sentirei di dirti che il viaggio cambia un uomo / e il punto di partenza sembra ormai così lontano
la meta non è un posto ma quello che proviamo / e non sappiamo dove né quando ci arriviamo.

Trascorsi giorni interi senza dire una parola / credevo che fossi davvero lontana / sapessimo prima di quando partiamo / che il senso del viaggio e la meta è il richiamo / perché ti voglio bene veramente / e non esiste un luogo dove non mi torni in mente / avrei voluto averti veramente / e non sentirmi dire che non posso farci niente
avrei trovato molte più risposte / se avessi chiesto a te ma non fa niente / e non posso farlo ora che sei così lontano / non posso farlo ora.

Foto: Screenshot video

Commenti