Interviste

Marco Carta: “Un duetto con Elisa? Mi piacerebbe…”

Marco Carta è tornato in una versione inedita: lunedì 1 dicembre è uscito infatti Merry Christmas, un album contenente sei grandi classici delle feste natalizie rivisitati da un’orchestra di ben trentaquattro elementi con arrangiamenti swing. Si tratta di un regalo a tutti i fan, dopo il successo del singolo Splendida ostinazione, certificato disco di platino per le oltre trentamila copie vendute in digitale. L’ultimo lavoro del cantante sardo vincitore della settima edizione di Amici di Maria De Filippi nonché del Festival di Sanremo 2009, risale al 2012 e si tratta di Necessità lunatica (da cui sono stati estratti la title track, Scelgo me, Ti voglio bene e Fammi entrare).

I suoi sostentori sono molto desiderosi di poter mettere mani ed orecchie sul nuovo progetto discografico, visto che i lavori precedenti sono usciti tutti a distanza di un anno l’uno dall’altro. Nei mesi scorsi Marco ha dato qualche indizio a riguardo attraverso i suoi profili social, ma al momento è concentrato solo per la promozione dell’album di Natale. E’ impossibile resistere all’ascolto di canzoni che tutti hanno cantato almeno una volta nella vita come Jingle Bell Rock, Let it snow, let is snow!, All I want for Christmas is you, Oh Happy Day, Christmas (Baby please come home)White Christmas – Bianco Natale (questa è la tracklist completa)…

Come mai hai scelto proprio questi brani?
Sono legato a queste canzoni da una vita e in un certo senso sono vicine al mio stile. E’ stata una scelta fatta con la magia di questa festività e soprattutto con il cuore. Ovviamente ho usato delle sonorità swing, blues, soul e retrò perché più adatte per le canzoni di Natale. Danno più colore e sono sicuramente più calde.

Ti piacerebbe quindi fare degli inediti in versione swing?
Nel mio percorso musicale devo seguire una certa coerenza, ma mi piacerebbe molto. Ogni artista è libero di esprimersi come vuole e quindi di spaziare in diversi generi.

Per esempio l’ha fatto anche Robbie Williams (con i due album Swing When You’re Winning e Swings Both Ways, ndr)…
Sì, lui è genio e follia. Sicuramente mi piacerebbe collaborare con un grande artista come lui. Adoro anche Michael Bublé ed in particolare la sua versione di Feliz Navidad. Delle canzoni di Natale rivisitate che preferisco c’è anche Let is now di Frank Sinatra.

Ti piacerebbe collaborare con ragazzi di Amici come Dear Jack o Deborah Iurato?
Sono bravissimi e posso spendere solo belle parole per loro. Ci sono davvero tanti artisti di spessore con cui duettare, anche se dei colleghi italiani mi piacerebbe Elisa.

LEGGI L’INTERVISTA DI VELVET MUSIC A MARCO CARTA IN OCCASIONE DELL’USCITA DI “NECESSITA’ LUNATICA”

Questo Natale lo passerai a casa o in giro per la promozione?
Almeno durante le festività fatemi stare con la mia famiglia! Resterò a casa in Sardegna e poi subito dopo riprenderò la promozione. Il Natale mi piace tanto e ho conservato lo stesso entusiasmo che avevo da bambino. Ovviamente da piccolo scrivevo la letterina a Babbo Natale e non aspettavo altro che i regali. Ne ricevevo davvero tanti da tutti i miei parenti. Forse anche troppi!

Stai lavorando anche al nuovo album?
Al momento mi sono fermato per dare spazio alla promozione del progetto di Natale, poi riprenderò, ma non posso proprio dare anticipazioni. L’unica cosa certa è che uscirà prima dell’estate 2015.

Ti vedremo al prossimo Festival di Sanremo?
Ogni cosa va fatta a suo tempo. Sono troppo preso da altri progetti per tornare all’Ariston.

I tuoi fan non vedono l’ora di vederti in tour…
Con loro ho un rapporto bellissimo. Negli anni poi è cresciuto e in positivo, infatti ho modo di confrontarmi con loro sempre più spesso. C’è anche una maggiore comprensione tra di noi. Ho come pubblico gli adolescenti di ieri che ora sono più maturi, ma anche gli adolescenti di oggi. C’è un ricambio continuo e di questo sono molto felice.

Foto by Facebook

Back to top button
Privacy