Annalisa, tra Darwin e Amici: “Ecco come sarà il disco. Sanremo? Sarebbe bello” [ESCLUSIVA]

Abbiamo intervistato in esclusiva Annalisa Scarrone, attualmente protagonista in tv alla conduzione del programma ‘Tutta colpa di Darwin’ e nel ruolo di tutor ad Amici di Maria De Filippi. Lo scorso ottobre, Annalisa ha pubblicato il singolo ‘Direzione la vita’, che anticipa il nuovo album in arrivo col nuovo anno.

Protagonista dell’estate 2017 con il singolo Tutto per una ragione in collaborazione con Benji & Fede, Annalisa Scarrone è tornata in radio ad ottobre con Direzione la vita, canzone che anticipa il nuovo album di inediti atteso nel 2018. Nel frattempo, la cantante è impegnata in tv come conduttrice del programma Tutta colpa di Darwin (debutto record con il 9.16% di share all’esordio stagionale, domenica 3 dicembre in seconda serata su Italia 1) e nelle vesti di tutor ad Amici di Maria De Filippi. Di tutto questo e molto altro ne abbiamo parlato proprio con Annalisa Scarrone in questa intervista esclusiva.

– Partiamo da Tutta colpa di Darwin: dopo Einstein e Galileo, è il celebre scienziato della Teoria dell’Evoluzione il protagonista del tuo docu-viaggio di divulgazione scientifica in tre puntate, in onda la domenica dopo Le Iene. La prima puntata, che ha visto ospite Roberto Vecchioni, è andata molto bene sia dal punto di vista dell’Auditel che dell’accoglienza sui social. Come hai vissuto questo nuovo ‘battesimo’?

“Io ho seguito la puntata come tutti, twittavo tantissimo su quello che vedevo assieme ai miei followers! Mi sono divertita a vedere la puntata, così come del resto mi sono divertita a realizzarlo. Quando ho visto i dati Auditel sono stata contentissima, perché hanno premiato l’impegno che ci ha messo tutta la squadra”.

– Tu sei laureata in fisica. Come è nata al tempo l’idea di fare questo docu-viaggio e quali novità presenta questa terza stagione rispetto alle due precedenti?

“Io sono una cantante, ma sono anche laureata in fisica; per questo, hanno pensato che potessi essere l’anello di congiunzione giusto tra il mondo scientifico e quello pop. E, del resto, è proprio così che io sto vivendo tutto questo. Per me la scienza è una passione e l’ho sempre coltivata come tale. L’unica cosa che mi pone in una posizione di leggero vantaggio è che, nel momento in cui un addetto ai lavori mi spiega qualcosa di complicato, magari riesco a capirlo con più facilità e, quindi, cerco di farlo spiegare o spiegarlo io stessa a chi ci ascolta.

Rispetto alle altre due stagioni, in Tutta colpa di Darwin cambia, ovviamente, innanzitutto l’argomento, che affrontiamo pur sempre con un taglio scientifico. Nella prima stagione si parlava di fisica delle particelle e di CERN, nella seconda dell’avventura dell’uomo nello Spazio, mentre in questa affrontiamo l’argomento dell’evoluzionismo e dell’evoluzione tecnologica, e da lì anche un po’ di cibernetica. Si tratta di un argomento molto interessante, che nella prima puntata abbiamo già trattato, anche se siamo partiti un po’ dalla preistoria. Nelle prossime puntate si approfondirà sempre più questo capitolo delle tecnologie avanzate e dell’intelligenza artificiale”.

– Le prime due serie sono state acquistate da Netflix. Ti aspettavi tutto questo successo per questo format?

“Dire che me l’aspettavo sarebbe eccessivo, ma da subito ho pensato che questo programma fosse un ‘gioiellino’. Tutto quello che di positivo sta arrivando, quindi, non è proprio una sorpresa anche se in questa misura è sicuramente una figata totale! Non potevamo aspettarci di più. Quando, dopo tutto il lavoro, la passione, la competenza e il cuore messo da tutta la squadra, vedi arrivare questi risultati, beh, significa che davvero quando semini, raccogli”.

– In tv sei attualmente impegnata anche come tutor ad Amici. Ti abbiamo visto già all’opera, a tu per tu con Biondo e anche qui, sui social, c’è stato un gran parlare anche per via di alcune sue ‘battute’ nei tuoi confronti. Come ti trovi in questo nuovo ruolo?

“Io sono contentissima, mi trovo benissimo in questa veste. La trovo un’esperienza davvero bellissima, stimolante, che vivo con orgoglio. Mi sto anche divertendo! Noi tutor non siamo lì a giudicare ma siamo lì a aiutare i ragazzi, a sostenerli e a metterli nella miglior condizione possibile per farsi giudicare. Credo che da tutta questa esperienza avrò qualcosa da imparare anch’io, di questo sono molto contenta. Il buzz mediatico sul mio dialogo con Biondo? Che ci sia attenzione sono contentissima, per quanto mi riguarda io mi auguro di far bene quello che devo fare, cioè dare buoni consigli a tutti. Biondo è un personaggio, simpaticissimo!”.

– Dopo il successo estivo di ‘Tutto per una ragione’ con Benji & Fede, ad ottobre è uscito il singolo ‘Direzione la vita’, che ha indicato, appunto, la direzione del sound che avrà il nuovo disco. A che punto è il progetto e cosa puoi anticiparci?

“Il disco arriverà all’inizio dell’anno prossimo e la strada sarà quella tracciata dal singolo Direzione la vita, che è molto rappresentativo del sound del nuovo album. Chiaramente le canzoni non saranno tutte uguali, eh! (ride, n.d.r.)

– Ti abbiamo più visto a più riprese sul palco di Sanremo. Cosa rappresenta per te quel palco? Progetti per tornarci a breve?

“Sanremo è sempre una figata e quest’anno, con un artista come Baglioni nel ruolo di direttore artistico, sarà ancora più figo. Sarebbe davvero bello esserci, perché mi piacerebbe vedere cosa fa un artista come lui in quella veste. Certo, poi dipende tutto dalle canzoni, quindi non ti so dire ancora. Se dovessi avere la canzone giusta, però, posso dirti che sarebbe bello!”.

Photo credits: Facebook

Commenti