Parioli Sounds: da Artù ai Moseek, tutti gli artisti in programma [CALENDARIO]

Il Teatro Parioli presenta Parioli Sounds dal 22 settembre al 19 ottobre alle ore 21.00 con la direzione artistica di Leave Music. Tutte le informazioni sulla rassegna sono disponibili sul sito parioliteatro.it e sulla pagina Facebook del Teatro Parioli. Ecco intanto il programma…

Il Teatro Parioli allarga la platea del suo pubblico grazie a Parioli Sounds, ossia una rassegna musicale con la direzione artistica di Leave Music (produzione discografica, management artistico e organizzazione di manifestazioni culturali). Ci sarà una vera e propria rivoluzione dal 22 settembre al 19 ottobre, visto che verrà smontata la platea, togliendo quindi le poltrone (chi vorrà assistere ai concerti seduto però potrà occupare un settore del teatro adibito a tale scopo). Tutte le info sulla rassegna sono disponibili sul sito parioliteatro.it e sulla pagina Facebook del Teatro Parioli, mentre i biglietti sono in vendita su Ticketone e al botteghino del teatro.

Il Teatro Parioli ha l’obiettivo di porsi come nuovo punto di riferimento all’interno della scena romana (ed anche quella nazionale) che ha sempre più bisogno di individuare nuovi spazi aperti all’arte, alla ricerca, e alla sperimentazione, e che contrastino la paura del “nuovo” in un ambito troppo spesso legato a logiche di conservazione e chiusura, come quello teatrale. Tra gli artisti che si esibiranno Hindi Zahra, Gabriella Martinelli, Musica Nuda (Petra Magoni e Ferruccio Spinetti), Artù, Nouvelle Vague, Aeham Ahmad, Moseek, Elisa Rossi, Rachel Sermanni, Tess, Lucio Corsi e Persian Pelican.

Il calendario

  • Venerdi 22 settembre: HINDI ZAHRA opening act GABRIELLA MARTINELLI
  • Martedi 26 settembre: MUSICA NUDA (Petra Magoni e Ferruccio Spinetti)
  • Giovedi 5 ottobre: ARTÙ
  • Sabato 7 ottobre: NOUVELLE VAGUE
  • Giovedi 12 ottobre : AEHAM AHMAD
  • Venerdi 13 ottobre : MOSEEK + ELISA ROSSI
  • Sabato 14 ottobre : RACHEL SERMANNI opening act: TESS
  • Giovedi 19 ottobre LUCIO CORSI + PERSIAN PELICAN

Photo Credits Facebook

Commenti