Jovanotti, ecco il nuovo album prodotto da Rick Rubin

Il nuovo album di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, sarà prodotto da Rick Rubin, produttore vincitore di dieci Grammy Awards e fondatore assieme a Russel Simmons della Def Jam. Ecco la data di pubblicazione del disco e le dichiarazioni del cantante…

Il nuovo album di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, uscirà il prossimo 1 dicembre e sarà prodotto da Rick Rubin, produttore vincitore di dieci Grammy Awards e fondatore assieme a Russel Simmons della Def Jam. È la prima volta che il produttore  sceglie di collaborare con un artista italiano, la prima volta che produce un artista che non canta in inglese. La stima di Rubin per Lorenzo nasce da un rapporto personale: la passione comune per la musica e una straordinaria sintonia artistica e umana, lo hanno convinto a produrre il primo disco italiano della sua carriera.

Johnny Cash, Beastie Boys, Red Hot Chilli Peppers, Kanye West, Lana Del Rey, Joe Strummer, Rage Against the Machine, Lady Gaga, Jay Z, Slayer, Black Sabbath, Metallica, AC/DC, Aerosmith, Shakira, Justine Timberlake, Damien Rice, Eminem, Neil Diamond, Tom Petty, ZZ Top, Frank Ocean, James Blake, Audioslave, U2, Gogol Bordello, Limp Bizkit, Mick Jagger, Sheryl Crow, Adele, Ed Sheeran, Linkin Park sono solo alcuni degli artisti internazionali che hanno avuto il piacere di collaborare con Rick Rubin.

“È inutile girarci intorno, per me è la realizzazione di un sogno che faceva parte dei sogni che pensavo rimanessero sogni per sempre”, ha dichiarato Jovanotti a margine della prima fase di produzione dell’album, che sarà completato e finalizzato ai leggendari Shagri La Studios di Rubin a Malibù. Su Facebook, Jovanotti ha scritto: “Ciao ragazzi,
il mio disco nuovo esce il primo dicembre, e il produttore è Rick Rubin. Sono felice di poterlo confermare.
Mi ricordo una volta molti anni fa un giornalista mi domandò quale fosse la mia collaborazione dei sogni. Risposi ‘ti dirò quella impossibile ma sognare è lecito, quindi senza dubbio direi Rick Rubin. Essere prodotto da Rubin’.
Nessun produttore nella storia dei dischi ha avuto su di me l’impatto di Rick Rubin. (…) Per il mio nuovo disco ho scritto canzoni che mi esplodono dentro e prima ancora di iniziare a pensare ad un album ho sentito il desiderio che questo disco fosse un nuovo inizio per me, non ci fosse nulla di prevedibile in nessuna fase, dalla scrittura alla produzione. Volevo trovarmi di fronte ad uno spazio aperto che non avesse continuità con gli anni appena trascorsi, che fosse un nuovo viaggio, rischioso, essenziale, e soprattutto in grado di farmi sentire esposto e di rimettermi in gioco. Avevo bisogno di qualcuno che mi aiutasse a rimettere al centro di tutto le canzoni. (…) Abbiamo registrato in Italia, ci siamo chiusi in una casa antica sulle colline di Firenze che abbiamo trasformato in uno studio, per tutto agosto, dove abbiamo vissuto dormito mangiato e registrato 14 pezzi. (…) Siamo partiti dallo scheletro delle canzoni che ho scritto ed è stata una grande avventura di vita e di musica farli vivere e portarli ad essere come li sentirete. È un disco che parla della vita, dal punto di vista della mia”.

 

Photo credits: Facebook

Commenti