Morgan, dalla musica alla politica: scende in campo con Sgarbi

Marco Castoldi, in arte Morgan, ha rivelato di avere intenzione di entrare in politica per appoggiare il progetto di Vittorio Sgarbi, partendo dalla Sicilia. Queste le dichiarazioni del cantante…

Marco Castoldi, in arte Morgan, ha concesso un’intervista al ‘Corriere della Sera’ nel corso della quale ha rivelato la sua intenzione di entrare in politica per appoggiare il progetto di Vittorio Sgarbi, partendo dalla Sicilia. Ecco la motivazione della sua scelta: “Sgarbi piace a tutti, la sua iniziativa politica è innovativa e intelligente. Vittorio deve essere appoggiato in questo suo progetto e mi sta chiedendo di cominciare dalla Sicilia. Lui arriva alla politica dall’insegnamento e quasi in modo plebiscitario approda alla politica come conseguenza diretta del suo comunicare. Attenzione, però: non comunicare in quanto intortare o incantare, ma comunicare nel senso di trasferire che è ben altro e molto più etico”.

L’attività politica di Morgan potrebbe partire dalla Sicilia: “È la culla della cultura. In un Paese che è il più colto del mondo gli unici a non saperlo siamo noi. Vorrei che si invertisse l’assioma ‘Il Nord traina il resto del Paese’. Vorremmo che fosse la Sicilia e il suo patrimonio artistico a spingere lo Stivale. Deve essere l’ultimo lembo dell’Italia a dare la scossa a tutto il Paese. La Sicilia è piena di talenti, di artisti. Dobbiamo ricominciare a far rivivere i teatri con una programmazione innovativa. Valorizzare i luoghi, incentivare gli eventi in ogni angolo dell’isola. Tutto ciò attirerà turisti e porterà denaro. Peccato che questa cosa non l’abbia ancora compresa Grillo”.

Sul leader del Movimento Stelle, Morgan ha dichiarato: “Grillo è perfetto, è post ideologico. Ma ha un difetto: nel suo programma non c’è alcun riferimento alla parola cultura. Il mio compito sarà quello di aprire un dialogo fra Sgarbi e Grillo. Sono le due uniche personalità con una visione lunga”. Vittorio Sgarbi ha condiviso su Twitter l’intervista del cantante, annunciando: “Anche Morgan è dei nostri”.

Photo credits: Facebook

Commenti