Alt-J, concerto in Italia nel 2018: tutti i dettagli

Gli alt-J hanno annunciato un unico concerto in Italia in programma nel 2018, più precisamente il prossimo 1° febbraio. La band inglese si esibirà nel nostro Paese sul palco del PalaLottomatica di Roma. Joe Newman, Thom Sonny Green e Gus Unger-Hamilton avevano parlato del loro album Relaxer pubblicato lo scorso 2 giugno nel corso di un’intervista concessa a Rolling Stone. Così hanno spiegato la scelta di includere nel disco solo 8 tracce: “Avevamo delle scadenze, non potevamo sforare di un altro anno”, ha dichiarato Thom, il batterista. “E poi a me non piacciono gli album eterni”, ha aggiunto Joe, “soprattutto oggi che la gente è più interessata alle canzoni che agli album”. Ecco tutti i dettagli dell’evento e tutte le informazioni su come e quando acquistare i biglietti per il concerto a Roma degli alt-J.

Vi piacciono gli alt-J? Allora, segnatevi in rosso questa data sul calendario: giovedì 1° febbraio 2018, la band inglese si esibirà in Italia sul palco del PalaLottomatica di Roma. Per il momento, quella nella Capitale è l’unica data annunciata nel nostro Paese dal gruppo che, lo scorso 2 giugno, ha pubblicato l’album Relaxer.

I biglietti per il concerto a Roma degli alt-J saranno in vendita a partire dalle ore 11 di mercoledì 6 Settembre 2017 su Io Vado Club (www.iovado.club) e My Live Nation (www.livenation.it), mentre dalle ore 11 di giovedì 7 Settembre 2017 saranno invece disponibili su TicketOne.it. Ecco i prezzi dei biglietti: Parterre in piedi 40 € + ddp, Primo Anello Numerato 44 € + ddp, Secondo Anello Numerato 40 € + ddp, Terzo Anello Numerato: 36 € + ddp.

Joe Newman, Thom Sonny Green e Gus Unger-Hamilton avevano parlato del loro album Relaxer nel corso di un’intervista concessa a Rolling Stone. Così hanno spiegato la scelta di includere nel disco solo 8 tracce: “Avevamo delle scadenze, non potevamo sforare di un altro anno”, ha dichiarato Thom, il batterista. “E poi a me non piacciono gli album eterni”, ha aggiunto Joe, “soprattutto oggi che la gente è più interessata alle canzoni che agli album”.

Photo credits: Facebook

Commenti