Gabbani, polemica post concerto a Alassio: bimbi in lacrime

È scoppiata la polemica al termine del concerto tenuto da Francesco Gabbani ad Alassio, (in provincia di Savona, in Liguria), nella serata di mercoledì 9 agosto: ecco cosa ha provocato le lacrime di alcuni bambini al termine dell’esibizione dell’artista, secondo il racconto delle cronache locali…

Il concerto di Francesco Gabbani sul palco del Riviera Music Festival 2017 al Porto di Alassio (in provincia di Savona, in Liguria), nella serata di ieri mercoledì 9 agosto, ha generato sentimenti contrastanti secondo il racconto di ‘savonanews.it’, tra buona partecipazione di pubblico, caos parcheggi e bimbi in lacrime.

Ma cosa è successo? Secondo la ricostruzione delle cronache locali, il cantante, vincitore del Festival di Sanremo 2017 col ‘tormentone’ Occidentali’s Karma e attualmente in radio con il nuovo singolo Tra le granite e le granate, ha divertito i fan fino all’ultimissima canzone ma, una volta terminato il concerto e appena espletato il rito (come da contratto) della firma per la piastrella del Muretto, si è diretto nel retropalco senza concedere autografi o selfie al pubblico di giovanissimi presente al porto di Alassio. Ed è scoppiata qualche lacrima tra i più piccoli.

L’organizzazione ha dichiarato al sito internet in merito all’episodio ‘contestato’: “È stato un evento realizzato a regola d’arte, che è andato benissimo. Francesco Gabbani è una persona gentilissima, squisita. Ma gli artisti non si fermano dopo gli spettacoli con 2 mila persone”. Al momento, non si registrano commenti ufficiali sulla vicenda da parte dell’artista, che nella giornata di ieri ha celebrato l’entusiasmante traguardo delle centocinquantamilioni di visualizzazioni per il video della canzone con cui ha trionfato sul palco del Teatro Ariston di Sanremo, che ha conquistato ben cinque Dischi di Platino. Nella giornata di oggi, giovedì 10 agosto 2017, Francesco Gabbani tornerà ad esibirsi nuovamente in concerto sul palco allestito a Villa Bertelli a Forte dei Marmi (in provincia di Lucca).

Photo credits: Facebook

Commenti