Paola Turci e quell’incidente che le ha cambiato la vita: “Una cicatrice più ne parli e più sparisce”

In seguito alla partecipazione al Festival di Sanremo 2017 con il brano Fatti bella per te, Paola Turci è tornata a parlare del famoso incidente che le ha cambiato la vita per sempre. Ecco cosa ha detto la cantante ai microfoni della trasmissione Matrix riguardo quel giorno così difficile per lei…

Paola Turci si è classificata al quinto posto della sessantasettesima edizione del Festival di Sanremo con Fatti bella per te, un brano grintoso e allo stesso tempo molto intimo, scritto insieme a Giulia Anania, Luca Chiaravalli e Davide Simonetta. La canzone tratta un tema molto caro all’artista, ossia quello dell’accettazione di sé. Paola l’ha iniziato ad affrontare seriamente quando ha ammesso di avere paura invece di avere coraggio e così l’ha confessato con il libro Mi amerò lo stesso che poi è diventato un monologo teatrale. In questo modo la Turci ha visto realizzare il suo sogno di fare l’attrice, interrotto proprio il giorno in cui ha avuto quel tragico incidente.

Era il 15 agosto del 1993, Paola si trovava al volante della sua Saab 9000 sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria: “Andavo a 80 all’ora – ha dichiarato qualche tempo fa in un’intervista a Matrix – poi il crash e la macchina si è accartocciata e mi è venuto tutto addosso. Nel 1993 stavo studiando teatro, avevo fatto anche provini con Ettore Scola, poi l’incidente ed è stato un sogno che si è interrotto”. La cantante ne è uscita viva, ma con gravi ferite ed il volto parzialmente sfigurato dall’impatto (l’occhio destro è stato salvato solo da dodici interventi chirurgici, mentre sul volto sono stati messi ben cento punti di sutura): “Ora lavoro su me stessa e mostro i miei difetti in un libro per liberarmi di questa paura che avevo di mostrare la parte più fragile di me. Una cicatrice più ne parli e più sparisce”.

LEGGI ANCHE: PAOLA TURCI, IO SONO “UN DISCO PER RACCONTARMI SENZA PIÙ TIMORI” [ESCLUSIVA]

Photo Credits Facebook

Commenti