Benji & Fede, la storia del duo raccontata in Vietato smettere di sognare

Benji & Fede sbarcano in libreria con Vietato smettere di sognare, un’autobiografia che racconta il loro percorso musicale e non solo. Il cantante Federico Fede Rossi e il chitarrista Benjamin Benji Mascolo (entrambi autori dei brani) si sono aperti con i loro fan…

Esce giovedì 31 marzo in tutte le librerie Vietato smettere di sognare, il nuovo libro di Benji e Fede in cui il duo parla del percorso musicale, ma anche quello più personale. “Raccontiamo molto della nostra vita privata – hanno dichiarato i ragazzi attraverso un’intervista a TgCom – Le persone che ci seguono possono sapere qualcosa, nel libro diciamo tutto. Se pensavano di conoscerci prima, acquistando questo volume capiranno davvero come siamo. Con i nostri ricordi, sentimenti, pensieri. Siamo Federico Rossi e Benjamin Mascolo”.

Come si sono conosciuti? Un giorno Fede ha visto un video di Benji su Youtube ed è rimasto così colpito che ha deciso di scrivergli per proporgli un progetto insieme. Quest’ultimo una settimana dopo sarebbe partito per l’Australia per terminare gli studi, così si sono tenuti in contatto a distanza fino al suo ritorno. Il gruppo vero e proprio è nato alla fine del 2012 con il singolo Quello che resta, anche se la vera popolarità è arrivata attraverso le cover pubblicate su Youtube.

Grazie a questi video addirittura Conor Maynard li ha chiamati per aprire i concerti del tour italiano nel 2013. Poi la Warner li ha presi sotto la propria ala protettiva, tanto che l’album d’esordio 20:05 è stato un vero e proprio successo. Federico e Benjamin sono anche riusciti a calcare il tanto ambito palco dell’Ariston per un’apparizione speciale nella serata dei duetti del Festival di Sanremo 2016 con Alessio Bernabei. Belle soddisfazioni nella musica, ma anche nel mondo della moda. Nello specifico per Benji che insieme all’amico Federic Zambelli ha creato il brand The Penguin Industry (LEGGI ANCHE: THE PENGUIN INDUSTRY, FEDERIC ZAMBELLI, “STO GIÀ PENSANDO ALLA NUOVA COLLEZIONE”).

Photo Credits Facebook

Commenti