News

Gabry Ponte, rissa a Gallipoli: la smentita ufficiale

gabry_ponte_facebook

Capita anche nelle migliori famiglie. Il granchio è sempre dietro l’angolo e se lo becchi tocca fare ammenda. Con estrema serenità, soprattutto se hai la coscienza pulita. Nella giornata di ieri, 10 agosto 2014, era stata riportata sul nostro sito una notizia secondo la quale il noto dj Gabry Ponte sarebbe stato causa di una rissa in un locale di Gallipoli. La causa? Presunto braccio teso e remix di “Faccetta Nera” proposto al pubblico: un gruppo di antifascisti non avrebbe gradito, di lì il putiferio. Nulla di più falso.

 

Arriva, pochi minuti fa, la smentita dello staff di Ponte, ne pubblichiamo fedelmente il testo. La foto pubblicata dell’artista Gabry Ponte è frutto di una manipolazione (*), la foto originale, infatti, è stata scattata durante un live nei pressi di Frosinone e Gabry Ponte ha il braccio sinistro alzato e non quello destro, come risulta dalla foto pubblicata. Inoltre, il remix della canzone “faccetta nera” (noto brano musicale del periodo fascista), associato alla notizia, non è attribuibile a Gabry Ponte, né è mai stato dal medesimo suonato. Né vi è stato, ovviamente, nessun tumulto o insurrezione, nei confronti dell’Artista o tra il pubblico presente alla serata di Gabry Ponte a Gallipoli. Infine, a nome di Gabry Ponte, segnaliamo che l’artista è stato erroneamente associato ad un’ideologia che non gli appartiene“.

*Ci preme segnalare, per completezza, che Velvet Music Italia non ha mai manipolato immagini: quella alla quale si fa riferimento era già presente sul web, manomessa da terzi (a nostra insaputa) prima ancora della pubblicazione sul nostro sito.

LEGGI ANCHE – GABRY PONTE: “BUONANOTTE GIORNO”, GUARDA IL LYRIC VIDEO

LEGGI ANCHE – GABRY PONTE, VIDEOCLIP DEL REMIX “L’ANIMA VOLA”

Gabry su Facebook

Sempre nella giornata di oggi, 11 agosto, proprio Gabry Ponte ha deciso di scrivere alcune righe sulla propria pagina Facebook, rivolgendosi direttamente ai fan: “Purtroppo la mia esibizione prevista per ieri sera a Civitella del Tronto non ha potuto avere luogo. Non mi è stato permesso di esibirmi, e sono molto rammaricato di ciò… sento un vuoto dentro, perché la musica è la mia vita e perché voi che mi seguite e mi supportate siete la mia grande Famiglia“. (…) “Ho fatto un lungo viaggio per arrivare ed ero lì, stanco ma pronto, presente sul posto, a pochi metri da voi, dove ho cenato, fatto foto e firmato autografi, e ho atteso fino all’ultimo, sperando di riuscire a salire sul palco. Mi scuso con tutti i miei fans che erano presenti, anche se vi posso assicurare che le ragioni dell’annullamento dello show sono state assolutamente indipendenti dalla mia volontà. Spero che avrò la possibilità di ri-incontrarvi presto“.

(foto by facebook)

Commenti

Un sito verticale sul mondo della musica, con un focus speciale per il Made in Italy. Una webzine che vive di interazioni quotidiane con i big e con le giovani promesse del panorama musicale italiano, apprezzato e seguito costantemente anche dagli addetti ai lavori.

Copyright © 2016 MetUp srl

To Top