Luca Carboni feat. Fabri Fibra, “Fisico & politico” [VIDEOCLIP]

carboni_fabri_fibra_01
Luca Carboni feat. Fabri Fibra, “Fisico & politico” [VIDEOCLIP]
3 votes, 4.33 avg. rating (88% score)

Ancora 24 ore di tempo e poi, insieme con Alex Britti e i Negramaro, anche Luca Carboni proporrà ufficialmente il suo nuovo singolo: “Fisico & politico”, in collaborazione con con l’ottimo Fabri Fibra, fa parte del grande progetto del cantautore emiliano che per il trentennale della sua carriera ha chiamato a raccolta suoi prestigiosi colleghi, per cantare e suonare i suoi successi. L’inedito “Fisico & politico“, scritto e interpretato insieme con Tarducci, non sarà l’unica vera novità dell’album di prossima uscita.

GUARDA LE FOTO DI FABRI FIBRA

GUARDA IL VIDEOCLIP “MARE MARE” DI LUCA CARBONI

Nel 2013 Luca Carboni spegne 30 candeline da cantautore: trent’anni di canzoni racchiuse in una grande raccolta, la cui uscita è prevista per ottobre 2013: “Fisico & politico” è il primo singolo estratto dall’album, primo fra i tre pezzi inediti che accompagneranno Luca in questo nuovo percorso: come vediamo dal videoclip, è in buona compagnia, vista la presenza preziosa di Fabri Fibra. Ciligina rap su torta melodica, concedetecelo.

Io sono fisico, ma anche politico, un corpo solido messo in un liquido, io sono ritmico , ma anche melodico, un corpo liquido messo in un solido…“. Parte così il primo singolo, apripista della raccolta che Luca Carboni rilascerà nel mese di ottobre: 30 anni da cantautore per lui che non scappa dal moderno, inseguendo l’eraclitea unità degli opposti. Lo fa nel videoclip di “Fisico & politico”, con immagini opposte, sia concettualmente che nella struttura del montaggio. E lo fa, affiancandosi ad un’anima apparentemente lontana dal suo modo d’intendere la forma canzone: Fabri Fibra ci mette del suo in questo pregevole incontro-incrocio tra pop e hip hop. E, così, i due artisti si abbracciano in questa danza colma di ritmo e melodia.

Carboni, cantautore moderno

Fisico, mitico, solido, liquido: quattro aggettivi in loop che il rapper dona alla coda del pezzo, è lì che l’incastro arriva alla summa e vive alla perfezione. Ci sembra un buona ri-partenza per Luca Carboni, passato agilmente da tormentoni estivi come “Mare mare” a brani più struggenti e impegnati (“Silvia lo sai”) e trovate patriottiche (“Inno nazionale”). Ora un progetto interessante, coordinato dal sapiente Michele Canova (sì, quello del nuovo album di Giorgia, tra l’altro).

(foto by kikapress.com)